Trento: una città tutta da scoprire

Il centro storico di Trento

 

Chi ha il piacere di scoprire Trento deve necessariamente visitare il suo centro storico. Ricca di storia e note culturali, si erge in tutto il suo splendore la splendida cattedrale di San Vigilio. Ubicata in Piazza Duomo non può non rievocare momenti storici di altissima importanza legati in modo indissolubile al Concilio di Trento del 1545.

 

Il Duomo domina la piazza più importante della città, che molti esaltano come una delle più belle di tutta la penisola italiana. La piazza è circondata dalla celebre Fontana di Nettuno e da diversi palazzi molto antichi quanto illustri. Fra tutti spicca il palazzo Pretorio, che ospita il museo diocesano ricco di dipinti e reperti di grande valore.

 

L’aspetto più caratteristico del centro storico di Trento è dato dalle case Cazuffi e Rella, che conservano ancora la bellezza intatta delle sue facciate decorate in modo floreale ad opera di Fagolino, noto pittore originario di Vicenza.

Il centro storico di Trento

 

Chi ha il piacere di scoprire Trento deve necessariamente visitare il suo centro storico. Ricca di storia e note culturali, si erge in tutto il suo splendore la splendida cattedrale di San Vigilio. Ubicata in Piazza Duomo non può non rievocare momenti storici di altissima importanza legati in modo indissolubile al Concilio di Trento del 1545.

 

Il Duomo domina la piazza più importante della città, che molti esaltano come una delle più belle di tutta la penisola italiana. La piazza è circondata dalla celebre Fontana di Nettuno e da diversi palazzi molto antichi quanto illustri. Fra tutti spicca il palazzo Pretorio, che ospita il museo diocesano ricco di dipinti e reperti di grande valore.

 

L’aspetto più caratteristico del centro storico di Trento è dato dalle case Cazuffi e Rella, che conservano ancora la bellezza intatta delle sue facciate decorate in modo floreale ad opera di Fagolino, noto pittore originario di Vicenza.

Il castello del Buonconsiglio

 

Simbolo della storia della città di Trento, il castello del Buonconsiglio è una parte fondamentale di tutto il territorio. La sua importanza storica e culturale è palesemente esaltata durante tutto l’anno, diventando all’occorrenza la sede di laboratori didattici, visite guidate per la scuola e teatro di mostre illustri di stampo artistico. Ma la sua origine racconta molto più di questo: risale infatti al XIII secolo e le sue mura potrebbero raccontare storie lunghe secoli e secoli.

 

I suoi interni, e in particolare il palazzo magno, ebbero l’onore di ospitare personalità illustri delle epoche passate come il vescovo Bernardo Clesio. L’intera area della struttura è arricchita da affreschi e opere d’arte molto antiche e molto importanti, persino all’interno delle camere è possibile scorgere affreschi di grande rilievo artistico.

 

Oggi il castello del Buonconsiglio è diventato la sede del museo provinciale d’arte e in ogni periodo dell’anno ospita al suo interno delle mostre o degli eventi culturalmente rilevanti.

Trento: città di gran cultura

 

Un altro aspetto che rende Trento così variegata è il suo lato profondamente legato alla cultura e all’istruzione. E come non menzionare a tal proposito uno dei suoi punti di forza?

Parliamo del Muse, o museo delle scienze, che nacque dall’idea brillante del genio di Renzo Piano. Un’opera famosa a livello internazionale e uno dei musei più visitati non solo dai nostri connazionali ma dall’intera Europa, che rimane affascinata dalle sue caratteristiche.

 

Tra tutti i musei italiani è stato l’unico ad essere esaltato all’European Museum of the Year Awards 2015.

Ideale per grandi e piccini, rappresenta un ottimo modo per conoscere diversi e scientifici aspetti della nostra vita e della natura. Oltre a visitare e imparare, all’interno del museo più incredibile del territorio è possibile anche partecipare attivamente con diverse attività pensate per tutte le età.

Il museo delle scienze è aperto tutti i giorni tranne il lunedì e accoglie i suoi ospiti per tutta la giornata, con orario continuato.

 

In più, con la Trentino Guest Card che riceverete al nostro hotel, potrete accedere gratuitamente o a un prezzo vantaggioso a numerosi musei e castelli a Trento e in tutta la provincia.

Trento: città di gran cultura

 

Un altro aspetto che rende Trento così variegata è il suo lato profondamente legato alla cultura e all’istruzione. E come non menzionare a tal proposito uno dei suoi punti di forza?

Parliamo del Muse, o museo delle scienze, che nacque dall’idea brillante del genio di Renzo Piano. Un’opera famosa a livello internazionale e uno dei musei più visitati non solo dai nostri connazionali ma dall’intera Europa, che rimane affascinata dalle sue caratteristiche.

 

Tra tutti i musei italiani è stato l’unico ad essere esaltato all’European Museum of the Year Awards 2015.

Ideale per grandi e piccini, rappresenta un ottimo modo per conoscere diversi e scientifici aspetti della nostra vita e della natura. Oltre a visitare e imparare, all’interno del museo più incredibile del territorio è possibile anche partecipare attivamente con diverse attività pensate per tutte le età.

Il museo delle scienze è aperto tutti i giorni tranne il lunedì e accoglie i suoi ospiti per tutta la giornata, con orario continuato.

 

In più, con la Trentino Guest Card che riceverete al nostro hotel, potrete accedere gratuitamente o a un prezzo vantaggioso a numerosi musei e castelli a Trento e in tutta la provincia.

Il Muse per i più piccoli.

 

All’interno del Muse si trova uno spazio dedicato alle famiglie che è interamente pensato per quanti vengono in visita nel museo con bambini piccoli.

 

Così anche chi porta con sé bimbi molto piccoli nel passeggino può godersi la visita con un percorso pensato proprio per queste esigenze.

 

Per un’età che va dai 0 ai 3 anni, si scopre la nascita dell’universo, la serra tropicale e l’evoluzione dei nostri antenati.

 

Diversi sono i percorsi pensati per le famiglie con bambini, anche per fasce d’età che vanno dai 5 ai 10 anni e dimostrano particolare interesse per argomenti legati a eventi scientifici e naturali. In particolare, esiste uno spazio pensato per i bambini detto maxi Ooh, che parte alla scoperta dei sensi, per proporre attività di vario tipo volte a solleticare la curiosità innata dei più piccoli e stupirli con le meraviglie della natura.

A Natale a spasso per i mercatini

 

Ogni anno nel periodo natalizio Trento si accende di luci colorate e un pizzico di magia con l’allestimento dei mercatini di Natale, che permettono di rivivere in pieno l’atmosfera che si respira solo una volta l’anno.

 

A partire da metà/fine novembre fino all’epifania i mercatini sono aperti a tutti per tutta la giornata. Lo scenario è suggestivo e merita di essere vissuto da chi si trova nei paraggi in questo periodo dell’anno. Tante piccole casette si accendono di colori e ospitano stand gastronomici, mostre e prodotti artigianali.

 

Oltre 5000 visitatori ogni anno visitano queste 70 casette di legno di espositori che arrivano da tutto il nord Italia per proporre la loro arte. Non possono di certo mancare gli articoli strettamente legati alla ricorrenza religiosa, quali presepi, candele e centinaia di addobbi per la casa e per l’albero di Natale. Alcune di queste casette sono adibite a confezionare i pacchi regalo per la festività e altre si occupano di far degustare prodotto tipici locali.

A Natale a spasso per i mercatini

 

Ogni anno nel periodo natalizio Trento si accende di luci colorate e un pizzico di magia con l’allestimento dei mercatini di Natale, che permettono di rivivere in pieno l’atmosfera che si respira solo una volta l’anno.

 

A partire da metà/fine novembre fino all’epifania i mercatini sono aperti a tutti per tutta la giornata. Lo scenario è suggestivo e merita di essere vissuto da chi si trova nei paraggi in questo periodo dell’anno. Tante piccole casette si accendono di colori e ospitano stand gastronomici, mostre e prodotti artigianali.

 

Oltre 5000 visitatori ogni anno visitano queste 70 casette di legno di espositori che arrivano da tutto il nord Italia per proporre la loro arte. Non possono di certo mancare gli articoli strettamente legati alla ricorrenza religiosa, quali presepi, candele e centinaia di addobbi per la casa e per l’albero di Natale. Alcune di queste casette sono adibite a confezionare i pacchi regalo per la festività e altre si occupano di far degustare prodotto tipici locali.

Le tradizioni natalizie

 

Esistono addirittura 16 casette che esaltano l’importanza dei sapori e presentano ai visitatori pietanze sia dolci che salate che caratterizzano le specialità del territorio. Qualche esempio: Il tortel de patate o i canederli. Impossibile non lasciarsi tentare!

 

Un ambiente pittoresco, quasi surreale, dove deliziarsi con prodotti gastronomici appartenenti alle tradizioni del luogo, scoprire le creazioni originali degli artigiani presenti e trascorrere alcuni giorni in una città che non offre solo bellezza e arte ma anche eventi in grado di coinvolgere sia gli adulti che i bambini, senza mai correre il rischio di annoiarsi.

 

Concedetevi una giornata a Trento alla scoperta dei suoi mercatini di Natale: 70 casette di legno circa non sono facili da visitare in poche ore. Si rischia di non assaporare appieno la bellezza e la creatività che li caratterizza. Il consiglio è di gustarseli a poco a poco in almeno un’intera giornata che regala grandi emozioni a fa respirare appieno lo spirito natalizio.

Idee per chi ama lo sport

 

Chi dice che Trento sia solo la classica città tutta monumenti e mostre culturali non è mai stato in questo luogo. La sua versatilità è tale da coinvolgere qualunque genere di persona si trova a trascorrere qualche giorno vicino al capoluogo del Trentino.

 

Recandosi sulle montagne è possibile godersi le bellezze paesaggistiche della zona e fare un po’ di sport.

 

Le montagne trentine sono ricche di astrattive per chi adora lo sci o anche soltanto per chi desidera vivere un’esperienza che rievoca i paesaggi delle favole nei monti innevati sopra Trento. E proprio alla montagna è dedicato il festival che si tiene ogni anno nella città. Quest’anno in collaborazione con National geographic il tema è stato proprio l’alpinismo, i paesaggi in vetta e i film dedicati. Ma ogni anno questa manifestazione si occupa di temi attuali che riscontrano il favore e l’interesse del pubblico.

Idee per chi ama lo sport

 

Chi dice che Trento sia solo la classica città tutta monumenti e mostre culturali non è mai stato in questo luogo. La sua versatilità è tale da coinvolgere qualunque genere di persona si trova a trascorrere qualche giorno vicino al capoluogo del Trentino.

 

Recandosi sulle montagne è possibile godersi le bellezze paesaggistiche della zona e fare un po’ di sport.

 

Le montagne trentine sono ricche di astrattive per chi adora lo sci o anche soltanto per chi desidera vivere un’esperienza che rievoca i paesaggi delle favole nei monti innevati sopra Trento. E proprio alla montagna è dedicato il festival che si tiene ogni anno nella città. Quest’anno in collaborazione con National geographic il tema è stato proprio l’alpinismo, i paesaggi in vetta e i film dedicati. Ma ogni anno questa manifestazione si occupa di temi attuali che riscontrano il favore e l’interesse del pubblico.

Trento in tutte le stagioni

 

La città trentina è bellissima in ogni periodo dell’anno. Anche durante l’autunno nei dintorni si organizzano diverse attività che coinvolgono l’intera popolazione di tutte le età. Caratteristico è il festival della polenta che si tiene ad ottobre e prevede diverse attività ludiche anche per i più piccoli. E ancora si organizzano: la festa della mela e la rassegna dei formaggi.

 

Tutte manifestazioni che cercano di esaltare le produzioni territoriali che arricchiscono di sapori Trento e dintorni, attirando sempre nuovi visitatori dalla buona forchetta.

 

Tra escursioni, visite ai monumenti storici ed eventi culturali, ricreativi e gastronomici Trento è una delle città italiane più interessanti che vale la pena di visitare almeno una volta nella vita per regalarsi qualche giorno diverso alternando piacevolmente momenti di relax e di cultura.

X